Riserva naturale di Fiumefreddo

La Riserva naturale Fiume Fiumefreddo è una riserva naturale orientata della Sicilia, situata nei pressi della foce del fiume Fiumefreddo. Il corso d'acqua, di appena 2 km, sorge nella piccola pianura costiera, a sud della cittadina omonima. Il fiume è alimentato da due sorgenti: la principale è Quadara grande, un insieme di piccole sorgenti; la seconda, Capo d'acqua, è la più lontana dal mare, e di portata minore. Un tempo, i fenomeni di risorgiva, avevano creato un vasto sistema palustre sulla zona costiera orientale etnea, a ridosso del litorale tra Riposto e Fiumefreddo. Le bonifiche, dal secolo scorso a gli anni cinquanta, hanno portato alla riduzione dell'area umida. Così dell'antico sistema palustre restano soltanto il fiume Fiumefreddo e il pantano Gurna nei pressi di Mascali. La riserva si estende per circa 10 ettari e riveste una grande importanza per la tutela dell'habitat fluviale del ranuncolo acquatico di cui rappresenta l'unica stazione di rilevamento di tutto il centro sud d'Italia. La vegetazione lungo le acque freddissime del fiume (12-13 gradi tutto l'anno) si caratterizza come tipica flora mediterranea; le zone circostanti sono coltivate per lo più ad agrumeto o altre colture specializzate che si avvantaggiano dell'acqua offerta dal fiume che è perenne. Nei pressi delle polle d'acqua sorgiva che affiora alla superficie delle paludi della piana di Mascali e dà origine al fiume, resiste una preziosa formazione di papiro (Cyperus papyrus siculus), assieme a una rigogliosa vegetazione di tipo palustre con cannuccia, carice e giunco e specie igrofile rare o assenti nel resto dell’Isola. La riserva è tipologicamente individuata come "riserva naturale orientata al fine di consentire la conservazione della flora acquatica ed il ripristino, lungo gli argini, della vegetazione mediterranea".

Copyright © 2016. All Rights Reserved - Borgo dell'Etna di Rosario Filippo Tomarchio - P.I. 02897250870 | Design by