Sant'Alfio

Il centro storico del paese, segnato da vie anguste su cui si ergono i palazzi più importanti, mantiene pressoché inalterate le sue caratteristiche iniziali. Particolare è la facciata della Chiesa Madre, allestita interamente in pietra lavica. Inoltre la piazza Duomo è attorniata da diversi palazzi patrizi, tra i quali quello del Municipio, sito in via Vittorio Emanuele II. Da qui si giunge in via Monsignor Nicotra, che salendo diventa prima via Contarino e successivamente via delle Scuole. Su quest’ultima si apre infine via Armando Diaz dove è ubicata la chiesa del Calvario, piccola struttura risalente al 1878, data in cui furono realizzate le sue parti iniziali, allo scopo di avere un luogo di culto per le celebrazioni del Venerdì Santo; la costruzione venne seguita dai sacerdoti Domenico e Peppino Caltabiano. La chiesa si erge alla sommità di una collina di notevole interesse paesaggistico. Ad essa si può accedere per mezzo di una piccola scalinata in pietra lavica, che conduce direttamente all’ingresso e alle tre navate che compongono l’edificio sacro. Al suo interno esso offre vari altari in legno che testimoniano l’arte prodotta dagli artigiani di un tempo. Continuando a salire è facile raggiungere il quartiere di Nucifori, il cui aspetto particolare è la copertura dell’asse viario con delle lastre prodotte in pietra lavica. Inoltre nel quartiere si trova un’altra piccola chiesa, denominata appunto chiesa di Nucifori; progettata nel 1957, la sua edificazione avvenne solo negli anni successivi. Le linee architettoniche che la caratterizzano sono essenziali. Al suo interno essa conserva il busto della Madonna di Tindari, alla quale gli abitanti sono particolarmente devoti; l’immagine viene festeggiata solennemente la prima domenica di settembre. Da Nucifori, proseguendo in direzione di via Fossa Politi, è possibile imbattersi in varie edicole votive, e raggiungere infine il Castagno dei Cento Cavalli. Nei pressi dell’albero è ormai tutta campagna, la cui coltivazione prevalente è quella della vite.

Copyright © 2016. All Rights Reserved - Borgo dell'Etna di Rosario Filippo Tomarchio - P.I. 02897250870 | Design by